• IGIENE ORALE

L’IGIENE ORALE È FONDAMENTALE PER UN ALITO FRESCO


È noto che una buona igiene dentale previene la formazione di carie. Ma lo sapevate che una corretta igiene orale è altrettanto importante per un alito fresco? Contrariamente a quanto si crede comunemente, l’alito cattivo proviene dal cavo orale e non dallo stomaco. L’odore è causato dai batteri che si trovano tra i denti sul terzo posteriore della lingua e nelle tasche gengivali. I batteri producono i cosiddetti composti solforati volatili (VSC), che vengono espirati e percepiti come alito cattivo. Per questo motivo, la regolare pulizia dei denti, l’uso del filo interdentale o degli scovolini interdentali e di un collutorio devono far parte della quotidiana igiene orale, perché garantiscono un alito fresco e denti sani.

 

 

Raccomandazioni per l’igiene orale: come ottenere un alito fresco e denti sani

Volete fare qualcosa contro l’alito cattivo? L’alito fresco inizia con l’igiene dentale: i denti andrebbero puliti almeno due volte al giorno. Scegliete uno spazzolino da denti a setole morbide o medie. Dopo ogni pulizia o almeno una volta al giorno, pulite gli spazi interdentali con il filo interdentale, uno stuzzicadenti medico o uno scovolino interdentale (piccolo spazzolino per gli spazi interdentali). In questo modo, si rimuovono i residui di cibo e la placca non accessibili con il normale spazzolino. Terminate l’igiene dentale con un collutorio, ad esempio CB12, per avere a lungo un alito fresco. CB12 agisce contro l’alito cattivo neutralizzando i composti solforati e prevenendo la loro formazione, piuttosto che coprirne semplicemente i sintomi - e si è dimostrato che agisce per almeno 12 ore. Oltre all’igiene quotidiana, non dimenticate di andare almeno una volta l’anno dal dentista/dall’igienista dentale, per un controllo e per la pulizia professionale dei denti.


Zucchero, acidi e igiene orale

Lo zucchero è il "cibo preferito" dei batteri presenti nel cavo orale e che sono responsabili della formazione dei gas. Quando questi batteri elaborano lo zucchero durante il loro metabolismo, generano acidi, che contribuiscono alla formazione/comparsa della carie.

Inoltre, lo zucchero aiuta i batteri a moltiplicarsi rapidamente e a formare la placca su denti e gengive, che favorisce l’alito cattivo. Se si consumano meno dolciumi, bevande e alimenti zuccherati, si migliorano le condizioni igieniche e si contribuisce a un alito fresco e denti sani. È possibile, quindi, fare qualcosa contro l’alito cattivo già modificando le proprie abitudini alimentari. Anche i cibi e le bevande acide, come ad esempio i succhi di agrumi e il succo di pomodoro, rappresentano un buon terreno per la crescita dei batteri. Se soffrite di alito cattivo, cercate di bere non più di una bevanda gassata o un succo di frutta al giorno e usate una cannuccia, per evitare per quanto possibile l’esposizione dei denti agli acidi. Dopo aver mangiato o bevuto, attendete almeno 15 minuti prima di pulire i denti, soprattutto se avete consumato dei cibi contenenti zucchero o acidi, per prevenire le erosioni dentali. Anche se le mentine e le gomme da masticare vengono spesso pubblicizzate come soluzione contro l’alito cattivo, accertatevi che non contengano zuccheri. Il gusto di menta piperita può coprire brevemente un alito cattivo, ma lo zucchero peggiora a lungo termine la situazione. Scegliete dei prodotti senza zucchero, contenenti ad esempio lo xilitolo, sostituto naturale dello zucchero.

d esempio CB12 boost, una gomma da masticare, che con il suo componente, lo zinco, contrasta le cause dell’alito cattivo.